Generale

Consiglio comunale dell’11/03/2019

Lunedì 11 marzo alle ore 21,00 si è tenuto il Consiglio comunale per deliberare l’approvazione del bilancio e di tutti i suoi allegati.

Il primo punto ha visto l’approvazione senza rilievi dei verbali delle sedute precedenti.

Tra le comunicazioni il Sindaco ha reso note le dimissioni del Consigliere Dante Cesaretti dal Gruppo “Agugliano ci Unisce” e la sua costituzione in Gruppo autonomo denominato “Per Agugliano”. Un movimento politico quello di “Agugliano ci Unisce” che nel corso degli anni ha visto una continua ed inesorabile uscita dei suoi rappresentanti, restando sempre più legato alle solite note persone.

C’è poi stata la comunicazione di un prelievo dal fondo di riserva per rimpinguare alcuni capitoli di spesa che hanno consentito alcuni interventi (€ 4.000,00 per strade e marciapiedi, € 4.000,00 per il forno di Castel d’Emilio e € 6.954,33 per l’IVA sui canoni del gas).

Sono stati poi approvati il piano finanziario per l’anno 2019 del servizio smaltimento rifiuti e le relative tariffe (TARI).

Successivamente sono state deliberate le aliquote delle tasse e dei tributi comunali (IMU – TASI – Addizionale IRPEF) nessuna delle quali ha visto aumenti.

Il punto successivo è stata l’approvazione del piano delle consulenze che per il nostro Comune si sostanzia negli incarichi di consulenza legale e di direzione del periodico comunale.

Di seguito si è deliberato l’aggiornamento all’indice ISTAT (0,70%) del valore delle aree fabbricabili all’interno del territorio comunale seguito dall’approvazione del piano delle alienazioni che prevede due aree: una consistente in via S. Veronica Giuliani e un frustolo in via S. Chiara degli Scifi.

A seguire ci sono stati l’approvazione del Documento Unico di Programmazione (D.U.P.), strumento che ha sostituito la relazione previsionale e programmatica e costituisce il documento con cui il Comune programma la sua attività amministrativa, e del bilancio di previsione finanziario 2019 – 2021.

Nel D.U.P. oltre agli interventi di manutenzione che proseguono quanto già fatto negli anni precedenti, sono previsti: il risanamento conservativo delle mura cittadine, la manutenzione straordinaria del campetto polivalente di via Lattanzi, la sistemazione di via S. Caterina da Siena e i lavori di ripristino che consentiranno la riapertura della chiesa del SS. Sacramento danneggiata dagli eventi sismici del 2016.

Si è passati poi all’affidamento esterno in via sperimentale per due anni del servizio delle pubbliche affissioni, compreso accertamento e riscossione delle relative imposte, resosi necessario alla luce della carenza di personale interno da adibire al servizio.

C’è poi stata la presa d’atto di modifiche alla convenzione di tesoreria comunale necessaria ai fini del recepimento della direttiva europea 2015/2366/UE.

Il penultimo punto ha riguardato l’adozione di una variante puntuale alla scheda d’ambito IP17 (zona artigianale di Borgo Ruffini) che permetterà l’ampliamento degli usi consentiti nella zona, ad esempio mense e palestre.

Infine con il sedicesimo e ultimo punto si è modificata una precedente delibera consiliare riguardante la decadenza degli accordi pubblici-privati stipulati per la realizzazione delle opere di urbanizzazione comuni dell’ambito IP5 che consentirà ai privati di avviare i relativi lavori.

Di fatto è stato un Consiglio senza opposizione in quanto, a parte tre o quattro punti su cui il rappresentante del Gruppo “Movimento Cinque Stelle” si è astenuto, la votazione è stata sempre unanime, vista anche l’assenza dei entrambi i due rimanenti rappresentanti del Gruppo “Agugliano ci Unisce”.

Consiglio comunale del 21/12/2018

Consiglio tecnico quello di venerdì 21 dicembre

Il primo punto ha riguardato la ratifica di una deliberazione di Giunta di variazione urgente al bilancio effettuata per trasferire all’Unione alcuni contributi riguardanti i servizi sociali (€ 9.541 provenienti dall’Ambito Sociale Territoriale, € 6.528 per rimborsi dei pasti degli insegnanti e € 17.280 per i minori richiedenti asilo).

Il secondo punto è stata la comunicazione di un prelievo dal fondo di riserva per erogare un contributo alla parrocchia a valere sui fondi di urbanizzazione.

Il terzo punto è stata la revisione periodica sulle società partecipate, che per il nostro Comune riguardano Conerobus, Multiservizi e Agugliano Servizi.

Consiglio comunale del 18/11/2018

Nel primo punto è stata trattata una variazione al bilancio con cui sono stati inseriti dei contributi provinciali e regionali che saranno utilizzati per la realizzazione del tratto di marciapiede mancante tra il cimitero del capoluogo e Borgo Ruffini. Inoltre, sono stati utilizzati 44.000 euro dell’avanzo di amministrazione per integrare alcuni capitoli di spesa riguardanti strade, patrimonio e aree verdi.

Il secondo punto ha riguardato l’approvazione di un project financing per la realizzazione di interventi di adeguamento e riqualificazione energetica con la relativa gestione degli impianti della pubblica illuminazione. Questo permetterà la sostituzione di tutte le lampade con lampade ad alta efficienza, la messa a norma delle centraline, il controllo dei pali e l’installazione di nuovi punti luce.

E’ stata poi approvata la modifica al D.U.P. 2018-2020 con cui si è inserito nel piano delle opere pubbliche il progetto di realizzazione del marciapiede di Borgo Ruffini e il piano dei servizi per il progetto riguardante la pubblica illuminazione.

Il quarto punto ha visto una modifica al piano delle alienazioni 2018-2020 con cui è stato abbassato del 15% il valore dell’area in via S. Veronica Giuliani la cui prima asta di vendita è andata deserta.

L’ultimo punto ha riguardato l’integrazione di una precedente delibera di Consiglio relativa all’affidamento della riscossione coattiva delle entrate comunali che è stata estesa anche alla società “Riscossione Sicilia S.p.A.” operante sul territorio dell’isola.

Consiglio comunale del 31/10/2018

Non vi sono state comunicazioni del Sindaco e i verbali delle sedute precedenti sono stati approvati all’unanimità.

E' seguita la ratifica della delibera di Giunta n. 56 del 04/09/2018 avente ad oggetto una variazione di bilancio relativa ai costi per la nuova carta di identità elettronica che da settembre è operativa anche nel nostro Comune e a dei contributi erogati dall’Ambito sociale che sono stati girati in Unione in quanto alla stessa è stata conferita la funzione relativa ai servizi sociali.

Il terzo punto ha riguardato l’approvazione del bilancio consolidato, cioè la sommatoria tra il bilancio del Comune e quello della società partecipata “Agugliano Servizi”.

E’ seguita poi l’approvazione del Documento Unico di Programmazione (D.U.P.) 2019 – 2021, documento che sostituisce la Relazione Previsionale e Programmatica al bilancio e rappresenta lo strumento che permette la guida strategica ed operativa dell'Ente. Il Documento Unico di Programmazione raccoglie e mette insieme in modo coordinato tutte le politiche che l’Amministrazione comunale decide di portare avanti.Il Sindaco ha presentato il documento concentrandosi in maniera particolare sui principali interventi che sono previsti da inizio del prossimo anno fino a fine mandato.Su questo argomento non ci sono stati particolari interventi. Stranamente poi il Capogruppo di “Agugliano ci Unisce” si è lamentato della poca durata di discussione sul punto…Ma se la minoranza non interviene … chi dovrebbe farlo? La maggioranza che già lo conosce e lo ha predisposto?

Il punto successivo ha riguardato la sostituzione del portavoce dei Gruppi di maggioranza nel Comitato per il Gemellaggio in cui il Consigliere Marco Fabbietti è subentrato al dimissionario Luca Bonventi.

L’ultimo punto ha riguardato una mozione di solidarietà al Sindaco di Riace con cui si esprime preoccupazione per la strumentalizzazione propagandistica sulla vicenda e il tentativo di far fallire il progetto SPRAR e impegna il Sindaco a sottoporre all’attenzione dell’ANCI la questione Riace in   modo che le buone pratiche messe in atto a Riace possano diventare stimolo per il legislatore.

Consiglio comunale del 24/07/2018

Il primo punto è stato l’aggiornamento e la modifica al D.U.P. 2018/2020 resosi necessario per l’introduzione nella scheda delle opere pubbliche dei lavori di restauro della torre campanaria dell’ex convento di Castel d’Emilio, per il quale il Comune ha ottenuto un contributo statale di 200.000 euro a valere sui fondi “Bellezza Italia”.

Si è passati poi all’assestamento generale del bilancio 2018/2020 che, oltre ad alcuni aggiustamenti tecnici, ha preso atto del contributo statale di cui sopra e ha destinato la parte in conto capitale dell’avanzo di amministrazione ad alcuni interventi: rifacimento dei marciapiedi di Montevarino, sistemazione di una parte del marciapiede del Quercettino, un intervento di impermeabilizzazione della scuola elementare  “IV Novembre” e la realizzazione di un dosso in via Brodolini. Sono inoltre state stanziate risorse per la messa in sicurezza dell’ex teatrino di Castel d’Emilio, l’acquisto di nuovi giochi per parchi e giardini e il completamento dei lavori relativi all’IP8.

Con il terzo punto, cioè la salvaguardia degli equilibri di bilancio, è stato preso atto che non si rende necessario adottare dei provvedimenti di riequilibrio di bilancio di cui all’art. 193 del d.lgs. 267/2000.

Si è passati poi alla nomina del Consigliere Paoletti quale componente di maggioranza nel Consiglio dell’Unione dei Comuni resosi necessaria a seguito delle dimissioni del Consigliere Bonventi.

Il quinto punto ha riguardato alcune modifiche al Regolamento del Consiglio comunale per equiparare i termini di convocazione delle sedute ordinarie e straordinarie e lo snellimento delle procedure di avviso di convocazione per i Consiglieri comunali.

Il sesto ed ultimo punto è stata l’approvazione all’unanimità di una mozione presentata dai Capigruppo di maggioranza relativa alla negazione di spazi e sale pubbliche ad organizzazioni che fanno espressamente riferimento al fascismo e al razzismo.

Consiglio comunale del 28/04/2018

Il primo punto ha riguardato l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti.
 
Il secondo punto è stata l’approvazione del rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2017 che ha visto un avanzo di amministrazione di 684.420 euro, di cui 547.000 vincolati per crediti di dubbia esigibilità, per fondo di produttività del personale e per opere di urbanizzazione in zone in cui sono state escusse le polizze di copertura in quanto i lottizzanti sono stati soggetti a fallimento; 55.000 euro sono in conto capitale e 82.000 euro liberi ed utilizzabili.
 
E’ seguita poi la ratifica della deliberazione di Giunta n. 27 del 14/04/2018 con la quale è stata approvata una variazione urgente di bilancio che ha preso atto di alcuni contributi concessi al Comune (mobilità sostenibile, parco del Conero).
 
L’ultimo punto ha riguardato l’aggiornamento del piano delle alienazioni con cui è stata resa alienabile un’area edificabile il cui valore è stato stimato dall’Agenzia delle Entrate in 254.000 euro.

Consiglio comunale del 18/01/2018

E’ stato un Consiglio molto tecnico quello che si è tenuto giovedì 18 gennaio in quanto ha riguardato essenzialmente l’approvazione del bilancio e di tutte le delibere ad esso collegate.

I primi due punti sono stati l’approvazione del piano finanziario per l’anno 2018 del servizio di smaltimento rifiuti e l’applicazione delle relative tariffe (TARI). Il costo del servizio quest'anno ha avuto un lieve incremento dovuto a fattori esterni. In particolare si è avuta una riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato ed un aumento del costo del conferimento in discarica. Fattori che non possono essere gestiti da parte dell'Amministrazione comunale. Fortunatamente grazie alle politiche della stessa Amministrazione (come ad esempio quella di incentivo al compostaggio) e alle buone pratiche dei nostri cittadini si è riusciti a tenere un alto livello di raccolta differenziata che ha permesso di "mitigare" l'aumento del costo di conferimento in discarica.

Chi fa propaganda su questo, collegandolo all'avvio dell'Unione fa solo tanta cattiva disinformazione.

Restano invariate anche per quest'anno tutte le imposte a diretto "controllo" comunale (IMU, IRPEF e TASI che non trova applicazione sul territorio), come deliberato nei successivi tre punti.

Il sesto punto ha riguardato il piano delle consulenze e degli incarichi che per il nostro Comune prevede solo la consulenza legale e l’incarico di Direttore del periodico comunale.

Con il settimo punto è stato adeguato all’indice ISTAT (+ 0,8%) il valore delle aree fabbricabili che è passato da 25,78 a 25,98 euro al metro quadrato.

Il piano delle alienazioni prevede solo la vendita di un frustolo di area verde pari a mq. 341 in via S. Chiara degli Schifi.

Infine c’è stata l’approvazione della nota di aggiornamento al documento unico di programmazione (D.U.P.) che il principale documento di programmazione dell’Amministrazione comunale e l’approvazione del bilancio di previsione finanziario 2018 – 2020, un bilancio sostanzialmente diverso da quello degli anni precedenti visto il recente conferimento o convenzionamento di tutte le funzioni comunali all’Unione dei Comuni.

Consiglio comunale dell’ 11/12/2017

Dopo l’approvazione all’unanimità senza modifiche dei verbali delle sedute precedenti, sono state ratificate due delibere (n. 96 del 27/10/2017 e n. 104 del 28/11/2017) con cui la Giunta ha approvato delle variazioni al bilancio.

In particolare con la seconda sono state stanziati i fondi per il nuovo assetto degli uffici comunali (mobilio, tinteggiatura e trasloco) dovuto al compiuto trasferimento delle funzioni all’Unione dei Comuni e per terminare i lavori incompiuti nei pressi della ex scuola elementare di Castel d’Emilio.

Il quarto punto è stata la messa in liquidazione a partire dal 1° gennaio 2018 della società Agugliano Servizi S.r.l.

Dopo essere riusciti a evitare il fallimento e a saldare parzialmente i creditori, al di là di ogni valutazione politica (per noi ovviamente negativa), è stato preso atto che ai sensi del D.Lgs. 175/2016 la società non presenta i requisiti per poter continuare ad esistere ai sensi delle vigenti leggi. Questo punto ha visto il voto contrario del solo Gruppo di Agugliano ci Unisce.

E’ stata poi votata all'unanimità la delibera che approva lo schema di convenzione con la Regione Marche con la quale il Comune di Agugliano aderisce al sistema "nodo dei pagamenti", servizio che permetterà ai cittadini di Agugliano di effettuare i pagamenti nei confronti del Comune utilizzando sistemi informatici.

All'unanimità è stata approvata anche la mozione presentata dal gruppo consiliare "A Sinistra per Agugliano" con cui si chiede al Sindaco di attivarsi presso Camera, Senato e ANCI invitandoli a dare un giudizio negativo sugli effetti del “Fiscal compact” per evitare il suo inserimento definitivo nei trattati europei che andrebbero ridiscussi e rivisti.

Anche se sembra un argomento molto distante da noi, l'applicazione del "Fiscal compact" provocando anche la riduzione dei trasferimenti agli Enti locali, indice profondamente anche sui servizi erogati in favore dei cittadini.

CONSIGLIO COMUNALE 17/10/2017

Il primo punto ha riguardato l'operazione di riorganizzazione industriale riguardante Multiservizi, EDMA e ESTRA che è stata illustrata dal Dott. Clementi che ha illustrato l’operazione con la quale la Multiservizi, che oltre al servizio idrico gestisce anche la rete GAS, entrerà in possesso del 10% del pacchetto azionario di ESTRA, una grossa società toscana, per poter risultare competitiva a livello nazionale e poter così contare sul mercato energetico.

Il secondo punto è stato invece il rilascio del permesso di costruire in deroga per la realizzazione da parte del Circolo del Tennis della copertura pressostatica di un secondo campo da tennis in Via Lattanzi. 

Consiglio comunale 28/09/2017

Non ci sono state comunicazioni del Sindaco e i verbali della seduta precedente sono stati approvati all’unanimità senza emendamenti.
 
E’ stata comunicato un prelievo dal fondo di riserva di 5.000 euro per un rimborso di oneri di urbanizzazione e di 2.500 euro per esigenze degli uffici.
 
E’ stato poi individuato un nuovo soggetto riscossore a seguito dell’entrata in vigore del D.L. n. 193/2006 che ha cancellato Equitalia; il punto ha visto l’astensione del rappresentante del Movimento 5 Stelle.
 
Con l’astensione del Movimento 5 Stelle e il voto contrario dei rappresentanti di Agugliano ci Unisce è stato approvato il D.U.P. per il triennio 2018 – 2020, cioè il documento unico di programmazione.
 
L’approvazione del piano di razionalizzazione delle società partecipate, in applicazione del decreto Madia, che prevede la messa in liquidazione “in bonis” dell’Agugliano Servizi ha visto l’astensione del Gruppo Agugliano ci Unisce. Il punto ha visto una lunga e dettagliata relazione del Sindaco sullo stato della società.
 
Al punto 6 con il voto contrario di tutta la minoranza è stato approvato lo schema di convenzione tra l’Unione Terra dei Castelli e i Comuni di Agugliano e Polverigi disciplinante il trasferimento di tutto il personale all’Unione, un altro passo verso il pieno funzionamento dell’Unione dei Comuni.
 
All’unanimità è stato approvato l’aggiornamento del piano delle alienazioni che prevede l’alienazione di due frustoli di terreno.
 
L’ultimo punto ha riguardato listituzione della tariffa di compartecipazione economica al servizio di trasporto sociale. Questo punto ha visto l’incomprensibile voto contrario dei rappresentanti del Gruppo Agugliano ci Unisce. Incomprensibile perché a fronte di un rafforzamento del servizio di trasporto pubblico locale oggi svolto per sei giorni alla settimana dal Conerobus (al posto dei tre giorni della ditta precedente) e all’aggiunta del servizio sociale per le fasce più deboli della popolazione considerano il servizio non soddisfacente ipotizzando (hanno la palla di cristallo?) che in futuro il Conerobus sospenderà il servizio…