Archivio di settembre 2013

Consiglio comunale del 26/09/2013

Giovedì 26 settembre alle ore 21,00 si è tenuta una riunione del Consiglio comunale per discutere dei punti sotto riportati.

Spettatori presenti: quattro.

La maggioranza era presente con soli otto Consiglieri per cui non è stata in grado di garantire il numero legale necessario per lo svolgimento del Consiglio comunale il cui ordine del giorno prevedeva anche la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la verifica della salvaguardia degli equilibri di bilancio che è un adempimento obbligatorio.

Solo il senso di responsabilità dei Consiglieri di minoranza ha garantito lo svolgimento del Consiglio comunale.

Non ci sono state comunicazioni del Sindaco e i verbali della seduta del 01 agosto 2013 sono stati approvati all’unanimità.

Il punto due ha riguardato la comunicazione al Consiglio comunale del prelievo sul fondo di riserva effettuato con delibera di Giunta municipale n. 120 del 13/08/2013.

Ci siamo astenuti sulla ratifica della delibera di Giunta municipale n. 128 del 05/09/2013 che riguardava una variazione di bilancio.
Da sottolineare l’aumento del capitolo relativo alle spese legali…

Il quarto punto riguardante la lettera di patronage non impegnativa a favore della Multiservizi S.p.A. per la modica del contratto di finanziamento del 24/03/2013 è stato ritirato per la seconda volta.

Sulla ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la verifica della salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’esercizio finanziario 2013 (Art. 193 D.Lgs. n. 267/2000) ci siamo astenuti in quanto lo riteniamo un atto di gestione di cui la maggioranza deve assumersi la responsabilità e comunque non ha evidenziato particolari problematicità.

I punti numero 5 – Revoca della deliberazione consiliare n. 12 del 08/04/2013 “Recesso unilaterale dall’Unione dei Comuni bdi Agugliano, Camerata Picena, Offagna, Polverigi e Santa Maria Nuova” – e numero 6 –Approvazione del nuovo statuto dell’Unione dei Comuni di Agugliano, Camerata Picena e Polverigi (ancora non si capisce se è nuova o la forma ridotta della precedente) sono stati ritirati.
In particolare il punto 6 non ha avuto il necessario parere della Commissione consiliare e il testo, che non è stato ancora approvato ha già bisogno di alcune modifiche.

Sono stati approvati all’unanimità i punti numero 8 – Approvazione definitiva della variante non essenziale alla scheda d’ambito IP 11 (ex Fornace) – e numero 9 – Approvazione definitiva dell’individuazione zona di recupero ai sensi della legge n. 457/1978 nell’area di proprietà del Sig. Glorio Giuseppe e variante per la classificazione area di pertinenza ai sensi dell’art. 33 bis delle N.T.A. del P.R.G. – entrambi già esaminati dal Consiglio comunale in precedenti sedute.

L’ultimo punto, cioè la variante puntuale al P.R.G. in località Molino-La Chiusa è stato ritirato in quanto non è ancora pervenuto il parere della Provincia di Ancona

Consiglio comunale del 27/08/2013

Martedì 27 agosto alle ore 21,00 si è tenuta una riunione del Consiglio comunale per discutere dei punti sotto riportati.

Erano presenti circa cinque/sei spettatori.

Non ci sono state comunicazioni del Sindaco.

Nella Commissione per la nomina dei Giudici popolari è stato nominato, in rappresentanza della minoranza, il Consigliere Marco Fabbietti in sostituzione del Consigliere Dante Tamburo dimessosi diciannove mesi fa.

In sostanza è stato convocato un Consiglio apposito in agosto per un adempimento che poteva (e doveva) essere tranquillamente fatto in uno dei tanti Consigli che sono stati fatti in questi diciannove mesi!

Alla faccia della riduzione delle spese inutili!

Tralasciamo ogni commento sulle modalità della votazione che ha fatto partecipare al voto anche i Consiglieri di maggioranza che col loro voto avrebbero potuto determinare l’esito della votazione, cioè fare in modo che il rappresentante della minoranza fosse scelto dalla maggioranza.

Siano alla follia!