Archivio di gennaio 2018

Consiglio comunale del 18/01/2018

E’ stato un Consiglio molto tecnico quello che si è tenuto giovedì 18 gennaio in quanto ha riguardato essenzialmente l’approvazione del bilancio e di tutte le delibere ad esso collegate.

I primi due punti sono stati l’approvazione del piano finanziario per l’anno 2018 del servizio di smaltimento rifiuti e l’applicazione delle relative tariffe (TARI). Il costo del servizio quest'anno ha avuto un lieve incremento dovuto a fattori esterni. In particolare si è avuta una riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato ed un aumento del costo del conferimento in discarica. Fattori che non possono essere gestiti da parte dell'Amministrazione comunale. Fortunatamente grazie alle politiche della stessa Amministrazione (come ad esempio quella di incentivo al compostaggio) e alle buone pratiche dei nostri cittadini si è riusciti a tenere un alto livello di raccolta differenziata che ha permesso di "mitigare" l'aumento del costo di conferimento in discarica.

Chi fa propaganda su questo, collegandolo all'avvio dell'Unione fa solo tanta cattiva disinformazione.

Restano invariate anche per quest'anno tutte le imposte a diretto "controllo" comunale (IMU, IRPEF e TASI che non trova applicazione sul territorio), come deliberato nei successivi tre punti.

Il sesto punto ha riguardato il piano delle consulenze e degli incarichi che per il nostro Comune prevede solo la consulenza legale e l’incarico di Direttore del periodico comunale.

Con il settimo punto è stato adeguato all’indice ISTAT (+ 0,8%) il valore delle aree fabbricabili che è passato da 25,78 a 25,98 euro al metro quadrato.

Il piano delle alienazioni prevede solo la vendita di un frustolo di area verde pari a mq. 341 in via S. Chiara degli Schifi.

Infine c’è stata l’approvazione della nota di aggiornamento al documento unico di programmazione (D.U.P.) che il principale documento di programmazione dell’Amministrazione comunale e l’approvazione del bilancio di previsione finanziario 2018 – 2020, un bilancio sostanzialmente diverso da quello degli anni precedenti visto il recente conferimento o convenzionamento di tutte le funzioni comunali all’Unione dei Comuni.