Consiglio comunale dell’ 11/12/2017

Dopo l’approvazione all’unanimità senza modifiche dei verbali delle sedute precedenti, sono state ratificate due delibere (n. 96 del 27/10/2017 e n. 104 del 28/11/2017) con cui la Giunta ha approvato delle variazioni al bilancio.

In particolare con la seconda sono state stanziati i fondi per il nuovo assetto degli uffici comunali (mobilio, tinteggiatura e trasloco) dovuto al compiuto trasferimento delle funzioni all’Unione dei Comuni e per terminare i lavori incompiuti nei pressi della ex scuola elementare di Castel d’Emilio.

Il quarto punto è stata la messa in liquidazione a partire dal 1° gennaio 2018 della società Agugliano Servizi S.r.l.

Dopo essere riusciti a evitare il fallimento e a saldare parzialmente i creditori, al di là di ogni valutazione politica (per noi ovviamente negativa), è stato preso atto che ai sensi del D.Lgs. 175/2016 la società non presenta i requisiti per poter continuare ad esistere ai sensi delle vigenti leggi. Questo punto ha visto il voto contrario del solo Gruppo di Agugliano ci Unisce.

E’ stata poi votata all'unanimità la delibera che approva lo schema di convenzione con la Regione Marche con la quale il Comune di Agugliano aderisce al sistema "nodo dei pagamenti", servizio che permetterà ai cittadini di Agugliano di effettuare i pagamenti nei confronti del Comune utilizzando sistemi informatici.

All'unanimità è stata approvata anche la mozione presentata dal gruppo consiliare "A Sinistra per Agugliano" con cui si chiede al Sindaco di attivarsi presso Camera, Senato e ANCI invitandoli a dare un giudizio negativo sugli effetti del “Fiscal compact” per evitare il suo inserimento definitivo nei trattati europei che andrebbero ridiscussi e rivisti.

Anche se sembra un argomento molto distante da noi, l'applicazione del "Fiscal compact" provocando anche la riduzione dei trasferimenti agli Enti locali, indice profondamente anche sui servizi erogati in favore dei cittadini.

I Commenti sono chiusi